Ristorante in una prigione di Londra gestita da prigionieri

Il tintinnio1
Termineremo la settimana conoscendo un luogo che ha attirato molto la nostra attenzione e che sicuramente chiamerà anche il vostro. È un ristorante situato in Londra trovato in una prigione. Tuttavia, questa non è l'unica cosa che rende speciale il luogo gastronomico. Ed è gestito e frequentato da un gruppo di prigionieri. Sì! Sì! Mentre lo stai leggendo!

Il ristorante Il tintinnio, che ha appena completato un anno di attività, sta riscuotendo un grande successo e ha persino ricevuto un'alta qualifica sul portale TripAdvisor, sito web incaricato di preparare elenchi dei migliori luoghi del mondo sulla base dell'opinione degli utenti. Vuoi conoscere maggiori dettagli su questo curioso ristorante? Bene, non perdere nulla che ti diciamo di seguito!

Un ristorante di alta cucina

Da quando ha aperto le sue porte, The Clink, situato all'interno della prigione di Brixton, nel sud di Londra, ha voluto guardare il più possibile un ristorante raffinato e la verità è che ha avuto più che successo. Ha l'approvazione dei critici alimentari e, soprattutto, dei commensali.


The Clink2

Facilitare il reinserimento dei prigionieri

È il terzo ristorante situato all'interno di una prigione nel Regno Unito. Sia il Clink che le altre due sedi, situate nelle prigioni del Surrey e Cardiff, sono gestiti da The Clink Charity, un'organizzazione benefica che mira a facilitare il reinserimento dei detenuti nell'area di restauro una volta che lasciano la prigione attraverso il programma Five Step del Clink. Si tratta di educarli e offrire loro le giuste competenze e strumenti in modo che possano avere un lavoro quando sono liberi. Soprattutto, l'iniziativa ha il supporto di chef prestigiosi, come Giorgio Locatelli e Antonio Carluccio.

Anche se può sembrare difficile da credere, i veri prigionieri lavorano nel ristorante. In totale, 24 prigionieri partecipano ogni anno, tutti che stanno per finire la loro pena. L'obiettivo è molto chiaro: ridurre i casi di recidività. E la verità è che funziona, dal momento che degli 88 prigionieri che nel 2012 hanno superato il programma Clink solo uno ha ripetuto.


The Clink3

Nessun alcool, lievito e cellulari

Il servizio che i detenuti offrono al ristorante The Clink è di alta qualità. Ovviamente, va tenuto presente che ci sono diverse cose proibite nei locali. Ad esempio, non troverai alcol o lievito nelle loro bevande e piatti. Anche i telefoni cellulari non sono ammessi. Per assicurarti di non inserire i telefoni con te, possono procedere a registrazione. Come se queste misure di sicurezza non fossero sufficienti, per prenotare un tavolo è necessario compilare un modulo online e passare attraverso una schermata. In questo modo si tenta di impedire a parenti o amici di prigionieri di entrare nel ristorante. Un altro fatto curioso e, allo stesso tempo, abbastanza logico, è che le posate sono fatte di plastica.

30 euro circa

I detenuti, che non sono autorizzati a mangiare nel ristorante, pagano £ 12 a settimana. Inoltre, va tenuto presente che tutti sono in prigione per reati minori e, naturalmente, si presentano al programma in un volontario. Per quanto riguarda il prezzo, un pasto di tre portate e un caffè costano circa 30 euro. Non è affatto male per un'esperienza unica con cui viene svolto un lavoro di beneficenza. Inoltre, i locali, con pareti in ardesia, sono i più fresco e ha una capacità di 120 commensali.

The Front Page | 1931 - HD Great Improved Quality - Comedy/Classic - With Subtitles (Ottobre 2020)


  • Londra, ristoranti
  • 1,230