Storia di Tripoli


Tripoli È la zona più tranquilla e rilassata dell'imponente Libia. Conosciuta in epoca romana come OAS, si distingueva come una delle aree più ricche e fertili dell'intero paese. L'area in cui si trova è conosciuta come Tripolitania. Questo nome è dovuto al fatto che l'area è composta da altre due grandi città: Sabratha e Leptis Magna. Dopo la conquista araba del VII secolo, la città fu ribattezzata Tripoli o Tarabulus in arabo.

Gli arabi, gli ottomani e, più recentemente, gli italiani hanno scelto di costruire brillanti opere architettoniche bianche, che hanno guadagnato alla città il soprannome di "la sposa bianca del Mediterraneo". il Nazioni Unite Hanno imposto una serie di sanzioni contro la Libia anni fa, che hanno fortemente influenzato il turismo nella zona. Nel 2004 queste sanzioni furono ritirate e Tripoli divenne una destinazione molto popolare. il città Si è abituato a questo movimento di turisti, ma la cosa più sorprendente è che non hanno ampliato le loro strutture per accogliere un numero maggiore di visitatori.


il museo La Libia contiene alcuni dei più impressionanti mosaici romani che puoi immaginare. Puoi anche vedere i resti più suggestivi del vecchio Medina. Al termine della visita al museo, dirigiti verso il centro città; goditi una lunga passeggiata attraverso i suoi vicoli labirintici e i suoi monumenti ottomani.


L'elegante centro La città coloniale fu costruita dagli italiani ed è il luogo in cui la maggior parte degli abitanti lavora, compra e mangia. Molte persone vivono in ambienti sviluppati e moderni quartieri che circondano il centro città.

Libano, la storia del graffittaro di Tripoli (Ottobre 2020)


  • Tripoli
  • 1,230