I migliori safari in Africa

Masai Mara1
Vuoi che il tuo prossimo viaggio sia indimenticabile? Bene, ti consigliamo di fare un safari. Senza dubbio, poter vedere da vicino gli animali selvatici nel loro habitat, e non negli zoo che possiamo trovare nelle grandi città, è un'esperienza unica che non puoi mai dimenticare, anche se non vuoi farlo nemmeno tu. Sebbene tu possa fare questo tipo di viaggi in diversi angoli del mondo, è in Africa che troverai alcune delle migliori riserve naturali del pianeta. Se si opta per questa opzione, è meglio viaggiare tra luglio e settembre, quando si verifica la stagione secca nel continente, un periodo in cui gli animali si spostano di più.

Quello che vogliamo fare oggi a Hard Hobbit To Break è parlare di alcuni dei migliori safari che si possono fare in Africa. Per questo, ci siamo basati sull'opinione di National Geographic, esperti di viaggi, natura e, naturalmente, animali. Vuoi sapere quali sono i migliori safari nel continente africano secondo la prestigiosa rivista? Bene, allora non puoi perdere nulla che ti diciamo di seguito!

Masai Mara, in Kenya

Masai Mara
Il primo safari che raccomandiamo dal National Geographic è quello che si può fare nella Riserva del Masai Mara, che si trova nel sud-ovest del Kenya. Se viaggi nel luogo tra luglio e ottobre avrai l'opportunità di vedere numerosi gnu selvatici che migrate dal Serengeti, in Tanzania. Inoltre, è importante notare che questo è stato l'habitat della tribù Masai per oltre 1.000 anni. Dovresti anche sapere che è qui che sono stati girati film memorabili come "Memories of Africa".


Kruger, Sudafrica

Kruger
In secondo luogo, la prestigiosa rivista ci offre di fare un safari attraverso il Kruger National Park, che si trova nel nord-est del Sudafrica. Qui puoi contemplare il cosiddetto "Big Five", Cioè, leopardi, leoni, rinoceronti, bufali ed elefanti. Inoltre, nei suoi milioni di ettari ospita anche giraffe, ippopotami, gnu, cinghiali, iene e impala, tra molte altre specie. Molti sostengono che il periodo migliore per visitarlo sia ad ottobre, anche se avrai più possibilità di avvistare animali tra giugno e agosto.

Etosha, Namibia

Etosha
La terza proposta di National Geographic è l'Etosha National Park, situato in Namibia. È uno dei parchi più grandi del pianeta, con un'estensione di 22.270 chilometri quadrati. Il suo nome significa "il grande luogo bianco", che si riferisce alle superfici saline che copre buona parte della sua superficie. Qui puoi vedere 114 specie di mammiferi, tra cui la più grande popolazione di ghepardi e rinoceronti neri in Africa.

Delta dell'Okavango, Botswana

Okavango
La prossima proposta della rivista è di fare un safari attraverso il Delta dell'Okavongo nel nord del Botswana. È il delta di un fiume che, curiosamente, non sfocia nel mare. In questo caso, il safari sarà svolto dall'acqua canoe da cui è possibile vedere gli animali sulla riva. Nell'area del Parco Nazionale Moremi scoprirai numerose specie. E non è tutto! Ti stupirai per le sue ninfee, canne e papiri.

Serengeti, Tanzania

Serengueti
Poiché non potrebbe essere diversamente, anche il National Geographic non dimentica il Parco Nazionale del Serengeti, che si trova in Tanzania. Se questa destinazione è famosa per qualcosa, lo è migrazioni gnu annuale, che si verifica da aprile a giugno. Ha un'estensione di oltre 15.000 chilometri quadrati e ospita una grande varietà di paesaggi. Oltre agli gnu, potrai contemplare leoni, zebre, gazzelle, antilopi, giraffe ed elefanti, tra le altre specie animali.

7 BEST AFRICAN SAFARI TIPS -(Tanzania-Serengeti, Ngorongoro Crater, Manyara, Tarangire) #33 (Dicembre 2020)


  • safari
  • 1,230